Home Da una famiglia piemontese
Dalla zia Maura - aggiornamento - 27.09.2012 PDF Stampa E-mail
Scritto da Maura   
Giovedì 27 Settembre 2012 15:48
Cari amici, come avete potuto constatare, ci sono stati dei problemi sul sito, ora risolti brillantemente da ns fratello Franco " il capiscione".

Detto ciò passiamo a relazionarvi. Ci siamo lasciati con la visita a Genova, dove ci avevano consigliato la dopamina, un neurotrasmttitore la cui carenza è alla base di alcune patologie neurologiche. Poi le abbiamo fatto il botulino, esperienza deludente.
Avevamo capito che la fisioterapia mirata, dopo queste inniezioni, Elisa l'avrebbe fatta presso la struttura; tanto più che avevamo fatto presente il problema dell'assenza di centri specializzati nel ns paese e nelle vicinanze, ma cosi' non è stato.
Ci siamo arrangiati da soli ma con scarso risultato.

 Allora abbiamo portato Elisa da un ortopedico del Bambin Gesù che ci ha consigliato di operare il piedino che si sta storcendo. 

 Nel frattempo abbiamo chiesto altri pareri sia sulla dopamina sia sull'operazione, e siccome sono stati discordanti, ci siamo messi in contatto con il ns neuropsichiatra di fiducia di Conegliano, il quale, al più presto ci farà il ricovero per fare il punto della situazione ed nuova valutazione su Elisa, che a noi sembra più presente e attiva dopo la sospensione dei farmaci, anche se le crisi non tendono a diminuire. 

Questo è quanto. Avrete senz'altro capito che siamo indecisi e che aspettiamo la relazione e le opinioni dei vari medici che tengono in cura Elisa al centro di Conegliano.

Ci stiamo anche muovendo per riavere a Pitigliano la logopedista; speriamo di farcela, anche se le speranze sono poche e, per quanto riguarda la fisioterapia, Elisa la sta facendo quattro volte a settimana, grazie sempre al vostro aiuto.

Vi chiediamo un altro grande piacere:  seguiteci e  sosteneteci con la vostra presenza. Abbiamo bisogno di sentire la vostra amicizia per affrontare questa dura prova che la vista ci ha riservato.
 
Con tanto affetto zia Maura, Paola e Elisa